Studi e Ricerche

I presenti documenti sono redatti dall’Ufficio Retail Research della Direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo e sono destinati agli investitori privati.

Flash Azioni - 23.09.2021

Notizie sui mercati
La decisione della Fed era in gran parte attesa dai mercati e le parole del presidente Jerome Powell, che è tornato a precisare come tapering non significhi automaticamente aumento dei tassi d'interesse, hanno rassicurato i listini azionari. Gli indici a Wall Street hanno chiuso tutti sopra la parità. Ad allentare le preoccupazioni anche la notizia che Evergrande ha raggiunto un accordo con i possessori cinesi di obbligazioni che dovrebbe consentire di allontanare il default. L’aumento del prezzo del petrolio ha sostenuto i titoli energetici statunitensi. Seduta positiva anche per i titoli ciclici. Gli sviluppi sul caso Evergrande stanno sostenendo anche l'Asia in rialzo stamani a ridosso della chiusura, mentre la Borsa di Tokyo rimane chiusa per festività. Avvio positivo per i listini europei. 

Scarica documento

Reazione positiva dei mercati alle dichiarazioni Fed

Focus: per la Fed probabile annuncio del tapering a novembre
Macroeconomia: nuove proiezioni Fed sull’economia USA e calo a settembre della fiducia delle imprese francesi
Azionario: avvio sopra la parità per i listini europei, rassicurati dalle parole di Powell
Titoli di Stato e tassi: avvio marginalmente negativo, occhi puntati sulla BoE dopo i segnali più restrittivi delle attese da parte della Fed
Obbligazioni Corporate/Bancarie: avvio discretamente intonato dopo la Fed, meeting della BoE e Evergrande i market mover odierni
Cambi: movimenti minimi nei primi scambi in Europa dopo la Fed e in vista della BoE
Risorse di base: consolidano il recupero messo a segno ieri grazie al rimbalzo del petrolio
 

Scarica documento

Settimana dei Mercati

La settimana entrante

Europa: gli indici di fiducia di settembre sono attesi evidenziare un lieve ridimensionamento del clima di ottimismo. Ciò, dal lato dell’offerta, dovrebbe verificarsi non solo per i PMI (Manifattura, Servizi e Composito) dell’Eurozona ma anche per gli indici Insee sulla fiducia delle aziende francesi e per l’IFO tedesco, mentre, dal lato della domanda, il lieve peggioramento dovrebbe essere recepito dall’indice di fiducia dei consumatori calcolato dalla Commissione. A pesare sul sentiment delle imprese dovrebbero essere ancora, principalmente, le difficoltà lungo le catene del valore.

Italia: dopo quella di agosto la fiducia di imprese e consumatori mostrerà probabilmente un’ulteriore flessione a settembre, a causa dei timori per la situazione epidemiologica e dei problemi di approvvigionamento.

USA: ad agosto le vendite di case esistenti, sempre frenate dalla scarsità di offerta, sono attese restare all’interno dell’intervallo di rilevazioni delineatosi da inizio anno, mentre i nuovi permessi di costruzione dovrebbero tornare sul limite inferiore di tale intervallo; un leggero aumento, invece, dovrebbe essere evidenziato dai nuovi cantieri. Per le nuove richieste settimanali di sussidi di disoccupazione si prospetta l’effetto della generalizzata scadenza dei programmi integrativi federali. Risultati societari: FedEx, Nike, Costco Wholesale.

Scarica documento

Focus Valute Trimestrale EMG - 17.09.2021

  • Data pubblicazione 17.09.2021
  • Valute
Durante i mesi estivi il debito sovrano emesso in valuta locale delle economie emergenti è stato condizionato dalla fase di svolta delle Banche centrali che, in media, stanno gradualmente rimuovendo lo stimolo monetario sia attraverso la riduzione dei programmi di acquisti sia alzando i tassi target (con alcune eccezioni, come la Turchia). I paesi che offrono rendimenti più elevati risultano avvantaggiati dal flusso cedolare e dalla reazione tempestiva dei propri Istituti, mentre nei prossimi mesi potrebbero risultare più sotto pressione i bond dei paesi che offrono rendimenti più bassi e che sono ancora alle battute iniziali della fase restrittiva.

Scarica documento

USD: possibile apprezzamento grazie allo scenario

  • Data pubblicazione 15.06.2021
  • Valute
Nonostante l’accelerazione della crescita e dei prezzi, la retorica della Fed è riuscita a fermare il trend di rialzo dei rendimenti sui Treasury USA. Lo scenario di ripresa robusta resta comunque nei livelli attuali dei prezzi. La miccia che potrebbe innescare un nuovo aumento dei tassi è la tempistica con cui la Banca centrale deciderà di ridurre lo stimolo monetario. L’orizzonte di previsione, sul cambio EUR/USD, probabilmente vedrà un apprezzamento del dollaro almeno nel breve-medio termine, ed un consolidamento più nel lungo periodo. Il cambio dovrebbe scendere sotto il livello di 1,20 nei prossimi 6 mesi, in linea con il differente ritmo di recupero della crescita fra Stati Uniti ed Eurozona. A 12 e poi 24 mesi, il miglioramento delle condizioni economiche, anche nell'Eurozona, dovrebbe portare ad una politica meno accomodante della BCE, che sostenga un marginale apprezzamento dell'euro.

Scarica documento

Focus Trimestrale EMG - 14.05.2021

  • Data pubblicazione 14.05.2021
  • Valute
AUD – Prosegue la forza, grazie al rialzo delle commodity
NZD – Consolidamento nel breve e rafforzamento nel medio-lungo
HUF – Stabilizzazione della valuta grazie alla ripresa
PLN – In apprezzamento grazie al positivo quadro di fondo
TRY – Debole in attesa delle prossime scelte di politica monetaria
RUB – Petrolio e materie prime i fattori a supporto del rublo
ZAR – Quadro di cauto ottimismo ma la valuta è vista deprezzarsi
BRL – Il recupero passa per la dinamica delle commodity

Scarica documento

Soft Commodity: cauto ottimismo sul 2021

Sulle commodity agricole ci si appresta a chiudere il 2020 con quotazioni particolarmente elevate. Restiamo dell’idea che l’appeal degli Agricoli sugli investitori possa continuare a favorire un quadro positivo per il prossimo anno, anche per il sotto comparto delle Soft Commodity.

Scarica documento

Testo modificato il: 11.04.2015