Studi e Ricerche

I presenti documenti sono redatti dall’Ufficio Retail Research della Direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo e sono destinati agli investitori privati.

Mercati azionari in miglioramento, attesa per Lagarde

Macroeconomia: per oggi nessun dato di rilievo
Azionario: listini europei in recupero dopo un avvio di seduta negativo
Titoli di Stato e tassi: avvio di settimana privo di spunti in attesa del discorso della Lagarde e dei dati PEPP
Obbligazioni Corporate/Bancarie: credito poco mosso in avvio di settimana, nel pomeriggio gli aggiornamenti sugli acquisti settimanali della BCE
Cambi: l’euro/dollaro resta sotto 1,19
Risorse di base: il petrolio annulla i guadagni di inizio seduta, pur restando in prossimità dei massimi di periodo

Scarica documento

Clima di risk-off sui mercati

Macroeconomia: per oggi nessun dato di rilievo
Azionario: i timori di inflazione condizionano l’azionario. Negativi i listini asiatici
Titoli di Stato e tassi: tassi in calo nonostante la Fed
Obbligazioni Corporate/Bancarie: avvio di settimana all’insegna della cautela
Cambi: EUR/USD consolida sotto 1,19, occhi puntati sulla sterlina in attesa della BoE
Risorse di base: Brent di nuovo in rialzo, vicino ai massimi dal 2018

Scarica documento

Settimana dei mercati - 21.06.2021

La settimana entrante

Europa: a giugno l’IFO tedesco e l’indice di fiducia delle imprese francesi dovrebbero evidenziare un ulteriore miglioramento del sentiment dopo quello mostrato a maggio. Gli indici PMI dello stesso mese sono attesi delineare un quadro analogo per l’Eurozona, con il mantenimento di livelli elevati di fiducia per il manifatturiero e con un nuovo progresso dei servizi, settore maggiormente colpito dalle misure restrittive. Un più elevato morale delle famiglie dovrebbe emergere dall’indice di fiducia dei consumatori elaborato dalla Commissione a giugno. Nel complesso gli indici di fiducia dovrebbero sottintendere un’accelerazione della ripresa europea. 

Italia: a giugno gli indici di fiducia mostreranno probabilmente un miglioramento del morale di consumatori e imprese.

USA: nel 1° trimestre la stima finale del PIL è attesa confermare la rilevazione precedente a +6,4% t/t ann. così come il relativo deflatore e quello dei consumi, previsti in solido rialzo come da statistica antecedente. La spesa personale di maggio dovrebbe evidenziare un incremento grazie al nuovo boom dei servizi, mentre il reddito dovrebbe correggere ancora per via degli effetti dei trasferimenti fiscali. Sempre in riferimento allo scorso mese gli ordini di beni durevoli sono attesi in ripresa e le vendite di case esistenti dovrebbero restare all’interno del recente intervallo di fluttuazione. Questi dati dovrebbero dare supporto alla previsione di ulteriore rafforzamento della crescita nel 2° trimestre. Risultati societari: FedEx, Nike.

Scarica documento

Flash Azioni - 21.06.2021

Notizie sui mercati
I listini europei avviano la seduta odierna in territorio negativo sulla scia delle prese di profitto di Wall Street di venerdì scorso. I mercati iniziano a riflettere sulle possibili misure restrittive della Federal Reserve in risposta all'aumento dell'inflazione nonostante il Presidente Powell in conferenza stampa abbia minimizzato riguardo ai rischi di un rapido aumento dei tassi. Avvio di settimana negativo per le Borse asiatiche, la borsa giapponese perde oltre il 3%.

Scarica documento

USD: possibile apprezzamento grazie allo scenario

  • Data pubblicazione 15.06.2021
  • Valute
Nonostante l’accelerazione della crescita e dei prezzi, la retorica della Fed è riuscita a fermare il trend di rialzo dei rendimenti sui Treasury USA. Lo scenario di ripresa robusta resta comunque nei livelli attuali dei prezzi. La miccia che potrebbe innescare un nuovo aumento dei tassi è la tempistica con cui la Banca centrale deciderà di ridurre lo stimolo monetario. L’orizzonte di previsione, sul cambio EUR/USD, probabilmente vedrà un apprezzamento del dollaro almeno nel breve-medio termine, ed un consolidamento più nel lungo periodo. Il cambio dovrebbe scendere sotto il livello di 1,20 nei prossimi 6 mesi, in linea con il differente ritmo di recupero della crescita fra Stati Uniti ed Eurozona. A 12 e poi 24 mesi, il miglioramento delle condizioni economiche, anche nell'Eurozona, dovrebbe portare ad una politica meno accomodante della BCE, che sostenga un marginale apprezzamento dell'euro.

Scarica documento

Focus Trimestrale EMG - 14.05.2021

  • Data pubblicazione 14.05.2021
  • Valute
AUD – Prosegue la forza, grazie al rialzo delle commodity
NZD – Consolidamento nel breve e rafforzamento nel medio-lungo
HUF – Stabilizzazione della valuta grazie alla ripresa
PLN – In apprezzamento grazie al positivo quadro di fondo
TRY – Debole in attesa delle prossime scelte di politica monetaria
RUB – Petrolio e materie prime i fattori a supporto del rublo
ZAR – Quadro di cauto ottimismo ma la valuta è vista deprezzarsi
BRL – Il recupero passa per la dinamica delle commodity

Scarica documento

Cauto ottimismo sull’AUD, grazie a un mix di fattori

  • Data pubblicazione 29.03.2021
  • Valute
Il rialzo dei prezzi delle commodity è un fattore di sostegno all’economia australiana; inoltre, l’output minerario ed agricolo è diretto soprattutto in Cina, un altro sistema economico in deciso recupero. Tutti questi elementi stanno favorendo e favoriranno ancora il dollaro australiano. Ci attendiamo un ulteriore apprezzamento della divisa rispetto all'euro, proprio a seguito del mix di fattori positivi descritti. Il consenso di mercato stima un profilo simile, ma con valori meno accentuati.

Scarica documento

Soft Commodity: cauto ottimismo sul 2021

Sulle commodity agricole ci si appresta a chiudere il 2020 con quotazioni particolarmente elevate. Restiamo dell’idea che l’appeal degli Agricoli sugli investitori possa continuare a favorire un quadro positivo per il prossimo anno, anche per il sotto comparto delle Soft Commodity.

Scarica documento

Testo modificato il: 11.04.2015